Registrati, è gratis!

Arteide è una piattaforma nuova ed innovativa che racchiude arte, turismo e formazione.

Registrati Subito!

E' gratis e con la registrazione potrai creare la lista dei tuoi preferiti ed accedere alla nostra newsletter.
Una volta registrato, se sei un artista, un attività o un semplice appassionato potrai inserire le tue opere, eventi e tanto altro!

Fontana di Trevi

E’ la più importante e bella di Roma, di certo anche uno dei posti più romantici dove portare la vostra lei o il vostro lui: la Fontana di Trevi.

Tutti conoscono la leggenda della monetina che gettata dando le spalle alla fontana, assicura un ritorno a Roma. Ma la Fontana di Trevi nasconde ben altre leggende, accumulatesi in quasi due secoli e mezzo di storia (fu inaugurata nel 1761).

Una di queste leggende riguarda Nicola Salvi, l’architetto che ha progettato la fontana. Si racconta che la scultura in travertino sul muro che circonda la fontana all’angolo con via della Stamperia, che sembra raffigurare un grosso vaso, sia stata posto dal Salvi per un motivo ben preciso.

Sembra infatti che l’architetto non andasse d’accordo con un barbiere che aveva la sua bottega proprio in quella che oggi è via della Stamperia. Il barbiere lo assillava con continue critiche e giudizi negativi sui lavori alla fontana. Così il Salvi gli piazzò davanti questo vaso, in modo tale che non potesse più vedere il procedere dei lavori. I romani hanno poi ribattezzato questa scultura con il nome di asso di coppe, per la sua somiglianza alla carta da gioco.

Le altre due leggende riguardano le coppie di innamorati. A tutte le ragazze il cui amato parte per il servizio militare o per lavoro, è assicurato amore eterno se fanno bere al fidanzato un bicchiere di acqua della fontana e successivamente lo rompono, a significare che il ragazzo non si scorderà più di lei.

Altro modo più semplice e soprattutto più salutare per promettersi amore eterno è quello di bere alla cosiddetta Fontanina degli Innamorati che si trova sul lato destro, accanto all’asso di coppe. Basta che i due innamorati bevano insieme per rimanere fedeli tutta la vita.

Un’altra curiosità sulla fontana riguarda il suo nome: perchè si chiama Fontana di Trevi? Nel medioevo tre strade si incrociavano in quel luogo a formare un trivium ovvero un incrocio di tre strade (che va però localizzato nella limitrofa piazza dei Crociferi). Qui vi era la mostra dell’Acqua Vergine, da cui deriva la Fontana di Trevi. Oggi si può ancora ammirare una caratteristica del quartiere medievale sviluppatosi nei dintorni: si tratta del portico sul lato opposto della fontana, le cui colonne svettano in mezzo alle vetrine del negozio Benetton

News & Blog

This user has not published any content of this type.

Corsi

This user has not published any content of this type.

Eventi

This user has not published any content of this type.

NOI NON SIAMO I PROPRIETARI DI QUESTE IMMAGINI. Le immagini ed i contenuti di questo sito sono dei rispettivi autori e potrebbero essere coperte da diritti d'autore. Immagini e contenuti pubblicati con finalità esclusivamente culturali e/o didattiche (L. 633/1941 e successive modifiche). Clausola d'esonero dal Copyright ai sensi del "Section 107 of the Copyright Act 1976", l'utilizzo è consentito per "fair use" ai fini di critica, commento, informazione, insegnamento, di studio e di ricerca.